16 | 01 | 2019
La prima impressione PDF Stampa E-mail

Ti sei mai chiesto, dopo un colloquio di lavoro o il primo incontro con uno/a potenziale partner che impressione hai dato?

Era l'immagine che voleva dare?

Che impressione vuoi dare di te agli altri?

Che immagine vuoi lanciare nel mondo?

L’ABC della prima impressione

1) La logica non c’entra

Il nostro cervello impiega pochi secondi per mettere l’etichetta su una persona nuova e decidere se è competente,affidabile,simpatica.. oppure il contrario.

Avviene in tutte le nostre relazioni, che siano professionali o private.

Il nostro cervello raccoglie rapidamente l’immagine come una Polaroid che si sviluppa all’istante,una fotografia da capo a piedi dell’altra persona,una istantanea che rimane impressa nella memoria:

Come si veste,come si presenta,come si muove e comunica.

Questo primo giudizio non è affatto influenzato dalla logica. Se qualcuno all’inizio ’sente’ a pelle che tu sei una persona con cui non vuole avere a che fare è difficile che si instauri un dialogo,un business o una relazione.

2) E' una questione di percentuali

Il giudizio che gli altri danno di te non dipende inizialmente da quello che dici,dalle parole che usi.

Prima che tu dica una parola l’altra persona ha già la sua impressione su di te e viceversa.

Più dell’80% della prima impressione dipende dalla immagine che proietti (il tuo stile, gli abiti che indossi, i colori che preferisci, la tua pettinatura…)e dal linguaggio non verbale che usi ( la postura,il tono di voce, i tuoi gesti, le espressioni del tuo viso…)

L’aritmetica della prima impressione

La prima impressione’ si basa sulla regola denominata, 4×10

Secondo questa regola ognuno si forma la prima impressione di un’altra persona da:

1. primi 10 secondi

2. primi 10 passi

3. prime 10 parole

4. primi 10 cm del viso

Al telefono bastano 45 secondi. Negli incontri faccia a faccia occorrono circa 4 minuti.

Nei primi secondi si colgono e si giudicano gli aspetti più immediati e visibili poi la tendenza è quella di confermare quello che hai captato in prima battuta

Pensa per esempio ad un colloquio di lavoro

La parte più importante per i primi minuti del colloqui è costituita da tutto ciò che “non è parola”, il non-verbale.

Se fai una buona impressione allora hai buone chance per il resto

Quando dai una cattiva impressione quella rimarrà a lungo e non importa quello che farai per riaggiustare il tiro.

Non è giusto..d’accordo..ma è un fatto.

Certo la prima impressione può essere sbagliata e si può cambiare col tempo. Puoi,come tutti, prendere autentiche cantonate, supervalutare una persona che non se lo merita o evitare qualcuno che è davvero in gamba perché la prima opinione che ci facciamo dipende da aspetti emozionali.

3) i quattro filtri

Come si forma la prima impressione? In maniera subliminale. L’altra persona ti vede con i suoi occhi e ti giudica non solo se sei simpatica,competente,affidabile,sicuro di te o no ma anche quanto lo sei.

Per farlo usa in maniera tutta personale 4 filtri:

1 la tua credibilità

La credibilità è un insieme di elementi diversi:onestà, intelligenza,sincera affidabilità,sicurezza di sé,competenza.

2 la tua simpatia

La simpatia è una questione di pelle,di capacità di mettere a suo agio l’altra persona e cosa potresti avere in comune con lei. Questa simpatia viene comunicata attraverso il tuo comportamento,i tuoi vestiti,la tua voce,l’età,l’esperienza,l’appartenenza o meno allo stesso genere o nazionalità.

3 il tuo fascino personale

Il fascino che eserciti sugli altri è una alchimia di come presenti te stessa a 360° (il tuo corpo, le tue emozioni,i tuoi pensieri,la tua anima) e come traduci tutto questo nella tua immagine. Il tuo total look comunica direttamente quanto stimi te stessa, quanto ti rispetti e quanto sei sicura di chi sei e cosa sai fare. Vorrei fare due citazioni di una icona della bellezza

Il sex appeal è qualcosa che ti senti dentro.

Posso trasmetterlo in ugual misura quando sono completamente vestita, quando raccolgo mele da un albero o quando me ne sto ferma sotto la pioggia

La mia vittoria più grande è stata quella di essere capace di convivere con me stessa, di accettare i miei difetti… Sono molto lontana dall’essere umano che vorrei essere. Ma ho deciso che non sono tanto male, dopo tutto.

Audrey Hepburn

4 la fiducia in te stesso

Tutto parte da te, da quanto conosci le tue doti,le tue qualità,le risorse che puoi mettere in campo nel mondo,da quanto dai spazio al tuo valore e quanto credi in te stesso.Se la fiducia è scarsa ti sottovaluti,hai paura di prendere l’iniziativa,di farti notare,di far rispettare il tuo spazio,le tue idee.

Forse costruisci una immagine poco autentica per sentirti a tuo agio e gli altri lo captano

L’immagine è presentare e comunicare al meglio chi sei. Ci vogliono 30 secondi…e hai già dato agli altri la prima impressione.

Se dai la giusta impressione e comunichi con successo la tua personalità e le tue capacità gli altri risponderanno di conseguenza.

Un abbraccio

Commenti

Per postare un commento o replicare, devi essere un utente registrato
 
Copyright © 2019 All Is One. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.